fbpx

 

Il fenomeno delle Tiny House si sta espandendo…. “Quando ho costruito la mia prima Tiny House nel 2009, c’erano pochissime persone che vivevano questo stile di vita, ma ora c’è un vero mercato e ho trasformato la mia passione per la vita semplice in un business”, dice Chris March, fondatore di Tiny Eco Homes UK, una società che progetta e costruisce Tiny Houses. Quando si tratta delle nostre case, abbiamo tutti lavorato sotto l’ideale sociale che ‘più grande è meglio’? E se “meno è meglio”? Se sei tentato di creare una casa che sia sostenibile, che costi meno e che soddisfi perfettamente le tue esigenze senza sprecare spazio, questi consigli sono per te…

Come trovare un terreno per la vostra Tiny House, questa è la prima domanda che si pongono tutti…. Sei convinto dell’idea di una Tiny House, forse un’accogliente cabina o una capanna del pastore, ma dove la metterai? L’architetto e presentatore televisivo George Clarke ha visto molte piccole costruzioni creative durante le riprese del programma Amazing Spaces di Channel 4, tutto, dai container di spedizione, alle case sugli alberi nei boschi, e conosce fin troppo bene i vincoli di pianificazione che le persone devono superare.

“Se stai creando un’abitazione permanente, non importa se è piccola o grande, avrai bisogno di un permesso di costruzione. Tuttavia, se stai creando una casa temporanea, senza fondamenta, in modo da rendere chiaro ai pianificatori che puoi spostarla, potresti non aver bisogno di un permesso di pianificazione. Anche se bisogna sempre verificare con l’autorità di pianificazione locale”, dice George.

Prendiamo come esempio la Tiny Home di George….. è una roulotte statica, situata nel Lake District, dove anche se paga un canone d’affitto al contadino, è soggetta a vincoli: non ci si può vivere per più di 28 giorni consecutivi e non nei mesi invernali. A volte ci vuole un po’ di ricerca per trovare un terreno dove collocare la propria casa. “Trovare un posto è stato difficile per noi perché avevamo bisogno di collegarci a una fogna e non volevamo vivere in un tipico quartiere”, dice l’interior designer e fondatrice di Parlour & Palm Katie Anderson, che vive in una Tiny House a Portland, Oregon con il suo fidanzato e il gatto. “Abbiamo pubblicato un annuncio su Craigslist e il nostro padrone di casa ci ha trovato così. Paghiamo un piccolo costo per il terreno boscoso che abbiamo affittato; è su un grande lotto isolato con un frutteto proprio fuori dalla porta finestra. Sempre a 15 minuti dal centro, ma proprio vicino a un parco statale, è piuttosto sorprendente!

Il movimento delle Tiny House va di pari passo con il movimento ambientalista. Le case minuscole richiedono meno materiale per costruire e meno energia per alimentare. Inoltre, le loro piccole dimensioni le rendono più facili da collocare in un luogo che sia vicino alla natura.

The Hyde, nel Sussex, è adiacente a un lago privato, con un pontile e una barca a remi; permettendovi di godervi la vita all’aria aperta e prendere la natura sulla porta di casa – c’è un airone residente o si può guardare le rondini in picchiata verso il lago al tramonto. La vista da The Hyde direttamente sul lago e sugli alberi vi collega alla natura circostante. Avendo un minore impatto sull’ambiente a causa delle loro piccole dimensioni, c’è scelta e flessibilità su dove collocare la vostra Tiny House in modo da poter sfruttare al meglio gli ambienti naturali.

In aree densamente popolate si possono avere problemi di vista con i vicini; scegliendo un posto remoto si possono sfruttare al meglio le vetrate, per portare l’esterno all’interno. “Con un piccolo spazio e molte vetrate si può davvero sfruttare al massimo la luce naturale per ridurre l’uso dell’illuminazione artificiale. La luce naturale crea bellissime ombre che cambiano nel corso della giornata e darà davvero vita al vostro spazio in un modo che le luci artificiali non possono”, dice Will Gowland di Architects Holiday.

Una Tiny House non ha spazio per nessun tipo di roba in eccesso: quindi cercate di ridurre le vostre cose, i vostri vestiti, libri e beni generali all’essenziale, tenendo solo gli oggetti di cui avete veramente bisogno o quelli che arricchiscono la vostra vita. Chris di Tiny Eco Homes UK, trova questo stile di vita liberatorio, “è fantastico vivere con solo ciò di cui si ha bisogno” e Rosie, la proprietaria di The Salty Shepherd, si entusiasma dicendo :”meno, è assolutamente più, un letto costruito con un ripostiglio sotto e una cucina costruita che ospita solo gli elementi essenziali in scala. Ti rendi conto di quanti di noi vivono con troppa ‘roba'”.

Prendetevi del tempo per il vostro design e la pianificazione dello spazio. Una delle sfide di una Tiny Home, è come inserire tutto ciò di cui si ha bisogno, le idee per la disposizione di una piccola cucina non sono mai state così utili. Con alcuni trucchi di progettazione e una pianta ben pensata, è possibile inserire tutto il necessario per vivere comodamente. Quindi, dopo averci pensato , ora “passate il doppio del tempo a progettare il vostro spazio rispetto a quello necessario per costruirlo”, dice Mark, proprietario della Snowdonia Treehouse, che potete sperimentare attraverso Kip Hideaways. Mark consiglia di “provare a lavorare con usi multiuso per gli oggetti e progettare per la funzione principale di ogni area della vostra Tiny House”.

Molte Tiny House mettono il letto in una zona soppalcata, sollevandolo dal pavimento e lasciando la zona giorno, la cucina e il bagno al di sotto, come ha fatto Katie Anderson nella sua Tiny Home:

Katie invece abbraccia l’open space, per creare uno spazio libero che fa sentire la sua piccola casa più grande e separa abilmente lo spazio abitativo dal bagno, con una porta scorrevole a scomparsa. Una porta standard con cerniera a battente avrebbe invaso il piccolo spazio.

Ikea è ora saltata sul carro, progettando e decorando Tiny Houses. Questa è dotata di un piano cottura elettrico, che si può appendere fuori dalla strada quando non è in uso, liberando prezioso spazio sul piano di lavoro della cucina: inoltre ikea crea mobili su misura per risparmiare spazio. Quando si vive in una sola stanza, o in un piccolo spazio suddiviso, cose come le idee intelligenti per riporre la camera da letto, tornano davvero utili. Will Gowland di Architects Holiday dice: “abbiamo usato alcuni trucchi intelligenti per far entrare tutto, per esempio; abbiamo costruito la nostra cucina su misura con mobili riciclati, il che significa che abbiamo potuto ridurre la larghezza del bancone, abbiamo scelto un piccolo lavandino da mettere sopra il piano di lavoro in modo da creare più spazio nell’armadio sottostante.

Abbiamo scelto un piccolo piano cottura a due fuochi che è stato installato lateralmente per adattarsi al bancone stretto, ancora una volta optando per una versione montata sulla superficie per creare più spazio sotto. Abbiamo costruito il nostro tavolo da un vecchio supporto per macchina da cucire e abbiamo tagliato la parte superiore da un vecchio tavolo per adattarlo perfettamente al nostro piccolo spazio, abbiamo anche scelto un letto con spazio per riporre gli oggetti sotto, perché non c’era spazio per un armadio”.

Adesso andiamo a vedere come mantenere un arredamento semplice…. creare soffitti alti e scegliendo mobili multifunzionali. Adesso andiamo a fare un altro semplice esempio : la capanna del pastore è arredata in modo modesto, con una tavolozza di colori rilassanti, come dice Rosie, la proprietaria: “I mobili appropriati, sono una considerazione enorme; le sedie Lloyd loom con sedili molleggiati sono altrettanto comode per sedersi e leggere un libro, quanto sono pratiche per tirare fino al tavolo per mangiare. Un tavolo a ribalta che può essere chiuso quando non è in uso è estremamente pratico. E l’arredamento è importante, pareti chiare e ordinate e una grande finestra che lascia entrare molta luce insieme al soffitto alto, fa sentire la capanna molto più spaziosa.

Andiamo a vedere come vivere in modo sostenibile e risparmiare sui costi di costruzione riutilizzando e riproponendo…. Il movimento delle Tiny House sostiene la necessità di vivere in modo semplice e sostenibile. Il team di marito e moglie che ha costruito The Hyde, sostiene questo: “Abbiamo un fienile e un cortile pieno di cose che abbiamo rimosso dai lavori di costruzione e che sarebbero state gettate via e sprecate. Crediamo nel riciclare tutto il più possibile. L’Hyde ha un pavimento che è fatto di assi che abbiamo rimosso da una Town House sulla Kings Road a Chelsea e il bagno ha un lavandino che è stato preso dal retrocucina di una casa signorile nel Surrey. Dove possibile usiamo materiali da costruzione che sono rimasti da lavori ; la cucina, per esempio, è composta dai resti di una bellissima cucina in noce che abbiamo montato in un fienile del Sussex. “Abbiamo cercato di arredarla allo stesso modo, con reperti vintage e pezzi stravaganti e io ruoto sempre i pezzi se trovo qualcosa di interessante che mi attira, in una delle fiere dell’antiquariato”, dice Natasha.

Rosie, proprietaria di The Salty Shepherd, una capanna off-grid che si trova in un punto remoto della sua fattoria, è d’accordo: “Penso che la cosa più importante da considerare se qualcuno sta pensando a una capanna situata a distanza, sono i servizi. Abbiamo pensato a lungo e duramente a queste e abbiamo considerato una cisterna per l’acqua, ma ciò avrebbe comportato un sacco di amministrazione per svuotarla e riempirla di continuo, così abbiamo messo un lunghissimo tubo fuori terra dalla fattoria al campo”. “Portare l’acqua a casa è una considerazione importante, una sorgente è la cosa migliore, o una trivellazione, ma usano molta energia”, dice il designer architettonico e presentatore televisivo, Charlie Luxton. Chris March, di Tiny Eco Homes UK, non paga l’acqua; la recupera attraverso un sistema di raccolta della pioggia. Oppure si può raccogliere l’acqua quotidianamente portandola con una canoa per riempire un serbatoio che poi riempie la doccia e la cucina, come fa la coppia in questa casa galleggiante nel Maine.

La vera libertà qual è : Mark della Snowdonia Treehouse, raccomanda di mantenere la tecnologia il più semplice possibile: “Per il riscaldamento, le stufe a legna sono accoglienti e pratiche, possono essere usate per riscaldare lo spazio, per riscaldare il serbatoio dell’acqua calda e per cucinare e il combustibile è economico e a volte gratuito. Per l’elettricità, usiamo un sistema a 12v, usando pannelli solari per caricare la batteria. Sarete in grado di far funzionare i vostri dispositivi e illuminare il vostro spazio senza dovervi collegare alla rete elettrica o far funzionare un generatore che consuma benzina”.

John, proprietario della Larch Cabin, raccomanda di sfruttare la potenza del sole: “la cabina ha otto pannelli solari da 350 watt sul tetto, che forniscono energia a una batteria al litio da 200ah. Questo è normalmente in grado di alimentare le luci, la pompa dell’acqua, il frigorifero, la presa per caricare i telefoni e alcune altre piccole cose”.

“Durante l’inverno, quando ci sono meno ore di luce, siamo in grado di utilizzare un generatore per ricaricare la batteria se necessario. Il frigorifero è il maggior consumatore di energia. Al momento non usiamo il vento perché non è affidabile come il solare, ma stiamo per sviluppare un generatore idroelettrico da usare nei torrenti e nei fiumi vicini”, dice John.

Mark di Snowdonia Treehouse aggiunge: “ci sono tutta una serie di opzioni di energia alternativa, come i frigoriferi alimentati ad acqua e le toilette a compostaggio a 12v che possono davvero trasformare la vostra Tiny House in un palazzo ecologico”.

Il designer architettonico e presentatore televisivo Charlie Luxton pensa che siamo in un momento davvero eccitante per le proprietà off-grid: “I principi Passivhaus di isolamento e modellazione termica combinati con la più recente tecnologia di stoccaggio delle batterie e il fotovoltaico fanno intuire che il sogno di una casa off-grid confortevole e sostenibile può ora essere una realtà”. John, che possiede una Larch Cabin off-grid nel Lake District, sta sperimentando questa realtà: “Una stufa a legna è un must. Fornisce calore secco in un piccolo spazio, quindi non causa condensa, e può essere usata anche per cucinare allo stesso tempo, e naturalmente è molto accogliente, l’intero processo di tagliare la legna e accendere il fuoco è un’esperienza calmante e soddisfacente.” Natasha Merchant, proprietaria di Hyde, un’azienda che progetta e costruisce cabine, è d’accordo e suggerisce di combinare la pietra che brucia legno con l’isolamento in lana di pecora: “è il business, super caldo e isolato per i mesi invernali, trattiene tutto il calore della stufa a legna e lo mantiene fresco nei mesi estivi.

Inoltre, è un prodotto isolante veramente sostenibile, cosa che amiamo”. Combinate queste misure con tende spesse per mantenere il calore durante l’inverno e avere finestre con doppi vetri dove possibile.

Le Tiny Houses offrono una soluzione agli alti prezzi delle case e ai grandi mutui e permettono alle persone di possedere una casa, ma di non perdere una parte significativa del loro reddito per il mutuo. Chris March, di Tiny Eco Homes UK, paga solo 15 sterline al mese per gestire la sua casa, una cabina di 180 piedi quadrati su ruote, completa di due piani, due camere da letto, un bagno con doccia, zona giorno e cucina completa di lavastoviglie. Le sue spese per la sua casa a 2 letti prima erano di 900 sterline. John, che possiede Larch Cabin, pensa che “uno dei principali vantaggi della vita in miniatura è che il costo della vita è molto inferiore, non hai un mutuo, le tue bollette sono ridotte utilizzando l’energia solare o eolica per l’energia e ti permette di spendere i soldi per le cose che contano davvero.

Katie Anderson, di Parlous & Palm, che vive nella sua Tiny House, è d’accordo: ” I costi della vita in una Tiny House sono probabilmente un quarto di quello che l’affittuario medio paga per un appartamento o per un mutuo tipico, quindi ti permette di vivere più liberamente e di non avere lo stress del denaro che incombe su di te”.

Le Tiny House sono disponibili in tutte le forme, dimensioni e forme, ma tutte permettono una vita più semplice in un uso più piccolo, efficiente e intelligente dello spazio. Poi un altra domanda che ci chiediamo è, quanti metri può avere una Tiny House? : La maggior parte tende ad essere sotto i 400sq ft (37 mq circa) e sia che si trovino su una fondazione o su ruote sono generalmente strutture indipendenti. Molti sfruttano al massimo i soffitti alti e mettono il letto (o i letti) sul piano rialzato.

Adesso parliamo dei prezzi delle Tiny House….. Charlie Luxton, Architectural Designer e presentatore televisivo, giustamente sottolinea che: “come sempre il costo è molto difficile da stabilire, dipenderà dalle dimensioni e da quanto lavoro si può fare da soli”. Ad esempio Chris March vende le sue Tiny Homes, completamente equipaggiate, per 45.000 sterline in su e ora è possibile acquistare una Tiny House attraverso l’Ikea Tiny Home Project: il modello Ikea BOHO XL di Escape parte da 47.550 dollari.

Rosie, di The Salty Shepherd Hut, nota che con la popolarità i prezzi sembrano essere saliti: “La capanna ci è costata 17.000 sterline per costruire e 5.000 sterline per arredare e attrezzare. Questo accadeva alcuni anni fa e so che l’azienda che ha fatto il mio rifugio chiederebbe più di 30-35.000 sterline per la stessa cosa ora. Sono estremamente fortunato perché siamo così vicini al mare, quindi si è ripagato da solo con gli affitti per le vacanze molto rapidamente. La posizione è tutto.

Will Gowland di Architects Holiday fa notare quanto si può risparmiare se si fa il fai da te: “Se siete sicuri di voi stessi, costruire la vostra piccola casa non è così difficile come sembra e può farvi risparmiare un sacco di soldi in costi di manodopera. Piuttosto che costruire qualcosa interamente da zero, l’upcycling e la conversione di vecchie strutture è un ottimo modo per iniziare, si risparmia tempo, denaro e ambiente. Ci sono un sacco di capanne, pelli e case mobili di seconda mano in vendita online, che vi lasceranno più soldi e tempo per progettare gli interni. Se pianifichi la tua capanna per essere cablata e collegata alla rete elettrica, allora metti in conto alcuni costi significativi per le infrastrutture da parte di idraulici ed elettricisti”.

Adesso parliamo delle case piccole costruite su due piani…. A parte il vantaggio di aggirare certe restrizioni edilizie mostrando ai progettisti che la vostra casa può essere spostata, le ruote su una casa minuscola danno al proprietario la libertà di viaggiare e spostarsi in una nuova posizione. Katie Anderson di Parlour & Palm ha scelto una casa su ruote per questo motivo: “se si dovesse costruire si avrebbe bisogno della pianificazione cittadina per ottenere i permessi adeguati, ma poiché siamo su ruote siamo stati in grado di costruirla come volevamo seguendo le linee guida di sicurezza di base. Dato che affittiamo il terreno su cui siamo, avevamo bisogno della nostra casa su un rimorchio in modo da poterla spostare quando vogliamo muoverci”. Anche se bisogna sempre controllare prima, come aggiunge Charlie Luxton, Architectural Designer e presentatore televisivo: “anche se la tua casa è su ruote e su un appezzamento di terreno, come un terreno agricolo, puoi viverci solo per 28 giorni, a meno che tu non guardi nella pianificazione o nei diritti di sviluppo permessi.

” Oppure potreste mettere la vostra Tiny House su ruote su un sito per roulotte, dove rientrerebbe nei regolamenti delle regole per le roulotte. Il movimento Tiny House: una soluzione a grandi problemi? Katie Anderson di Parlour & Palm crede che “il movimento delle Tiny House è una sorta di soluzione a problemi più grandi, i costi degli alloggi, la mancanza di alloggi e vivere in modo sostenibile…..Portland è costosa e sta diventando una città molto affollata, con molte persone che si trasferiscono da stati dove il costo della vita è più alto. C’è un enorme divario di ricchezza a Portland e i nativi hanno difficoltà a comprare case qui ora. Penso anche che le persone si stiano rendendo conto della distruzione causata dall’uomo al nostro pianeta e vogliano provare a ridurre il loro impatto”.

L’architetto George Clarke è d’accordo: “Il movimento delle Tiny House permette ai giovani di avere l’indipendenza e un posto proprio che sia accessibile. Il sistema di pianificazione britannico dovrebbe fornire un modo per i giovani di costruire le Tiny House, ci sono così tanti vantaggi: è più economico, sia in termini di costruzione che di costi di gestione. E sono sostenibili… usando meno materiali, che sono spesso riutilizzati, quindi c’è meno impatto sull’ambiente”. La vita minuscola offre enormi vantaggi finanziari e la possibilità di vivere uno stile di vita con più libertà. Volete seguire l’esempio di Chris e salire a bordo?