fbpx

 

Può sembrare un’abitudine non scontata quella di passare la cera e le strisce sul calcestruzzo lucidato, ma è la scelta sbagliata per questo tipo di calcestruzzo. Se mantenuti correttamente, i pavimenti in cemento lucidato sono un’opera d’arte. L’adozione di un approccio proattivo per spazzare, pulire e risciacquare regolarmente i pavimenti in calcestruzzo contribuirà a mantenere la distinzione dell’immagine (DOI), ovvero la finitura a specchio prevista per il pavimento. Il calcestruzzo lucidato richiede una manutenzione relativamente bassa. Tuttavia, una manutenzione impropria, come la sverniciatura e la ceratura, può compromettere l’aspetto del pavimento e danneggiare la lucidatura. Inoltre, aggiunge manodopera e costi inutili.

Molti appaltatori di servizi edili (BSC) e squadre di manutenzione interne si affidano a ciò che conoscono meglio quando si tratta di curare i pavimenti. Abituati a sverniciare e incerare le piastrelle di composizione vinilica (VCT), può sembrare scontato utilizzare lo stesso processo sul calcestruzzo lucidato. Purtroppo, pur essendo una scelta comune, la ceratura e la sverniciatura sono sbagliate per il calcestruzzo lucidato.

Costoso, dannoso e dannoso:

La sverniciatura e la ceratura dei pavimenti in calcestruzzo lucido sono un processo ad alta intensità di lavoro che richiede l’uso di prodotti chimici e aggressivi, tra cui stripper e sigillanti a base di cera. Più grande è lo spazio, più prodotti e manodopera sono necessari per completare il processo. Un grande magazzino o un negozio di alimentari potrebbero dover chiudere per più notti per completare il processo di sverniciatura e ceratura, con un impatto sulle ore di lavoro e sui profitti dell’azienda. La sverniciatura e la ceratura dei pavimenti in cemento possono anche danneggiare i pavimenti.

La cera è idrofoba e non permette al cemento poroso di respirare. Intrappola l’umidità residua e crea uno strato superficiale sul pavimento che non resiste all’uso regolare. Essendo poroso, il calcestruzzo può agire come una spugna. L’uso dell’acqua per pulire prima di sverniciare e incerare intrappola l’acqua sotto lo strato di cera. L’acqua cercherà di uscire, causando un effetto di imbiancatura del calcestruzzo. Questo riduce l’aspetto dei pavimenti in calcestruzzo e rende necessario un altro ciclo di manutenzione. I tamponi abrasivi utilizzati per rimuovere la cera sono inoltre troppo abrasivi per il calcestruzzo, causando ulteriori danni che la cera non può riparare.

Inoltre, la sverniciatura e la ceratura sono attività lunghe, dispendiose e demoralizzanti. Indipendentemente dal fatto che il pavimento sia rivolto verso il pubblico o verso il retro, la sverniciatura e la ceratura richiedono in genere l’interruzione dei normali processi aziendali. Anche quando vengono completate durante la notte per evitare le chiusure, le squadre possono richiedere il pagamento degli straordinari e trovare personale disposto a fare turni di notte può essere difficile. Inoltre, la sverniciatura è solo il primo passo: gli addetti devono applicare più strati di cera, lasciando asciugare ciascuno di essi prima di poter applicare il successivo. Anche con l’ausilio di macchinari adeguati, il processo richiede molte ore e gli addetti possono demoralizzarsi di fronte alla montagna di lavoro che comporta.

Risparmiare tempo e denaro con processi adeguati:

La buona notizia è che, mentre la sverniciatura e la ceratura sono un processo sbagliato per i pavimenti in cemento lucidato, esiste un processo più efficace, efficiente ed economico. Il ringiovanimento e la manutenzione dei pavimenti in calcestruzzo lucidato possono essere eseguiti durante il normale orario di lavoro e con gli strumenti che gli addetti alle pulizie e alla manutenzione hanno già a disposizione. Se i pavimenti non sono ancora troppo danneggiati, la manutenzione quotidiana con i pad abrasivi in resina composita che forniscono il giusto livello di abrasione su un’autospazzatrice o una lucidatrice, può riportare la finitura lucida dei pavimenti nel giro di poche settimane.

Se il pavimento è fortemente deteriorato da anni di sverniciatura e ceratura o da altri danni, potrebbe essere necessario un approccio più aggressivo. Un processo in tre fasi che prevede diversi livelli di abrasione per rimuovere graffi e incisioni, seguito dalla lucidatura e dalla sigillatura del pavimento con un prodotto traspirante può aiutare a far tornare i pavimenti alla loro lucentezza originale.